Serge Martin
Manager

FINEO consente di progettare una nuova generazione di finestre ad alte prestazioni e ristrutturare quelle esistenti.

Breve biografia

Short Bio

Serge Martin è responsabile di due business unit emergenti presso AGC Glass Europe: Fineo Glass e RenoWindow. Dopo aver completato i suoi studi di ingegneria, Serge ha trascorso alcuni anni in attività di R&S e consulenza architettonica prima di entrare a far parte di AGC nel 1999. Dal 2007 al 2016 ha lavorato in marketing, vendite e gestione generale nel settore del vetro trasformato e non trasformato presso AGC Glass Europe e AGC Glass North America. In qualità di membro del team Industrial and New Business Development, sta ora concentrando le sue energie nello sviluppo di due iniziative promettenti e dirompenti.

Può spiegare il segreto della tecnologia del “vuoto” utilizzata in FINEO?

„Il “vuoto” è il segreto del miracolo FINEO. In una doppia vetrata tradizionale, lo spazio di 12 mm o 16 mm tra le lastre di vetro viene riempito con aria essiccata o gas isolante. FINEO, tuttavia, presenta uno spazio di soli 0,1 mm dove c’è il vuoto (cioè né aria né gas). In altre parole, l'unità FINEO è costituita da due lastre di vetro, ciascuna con uno spessore da 3 a 6 mm, ed una di queste è rivestita con uno strato super-isolante.(1) Le due lastre sono separate dallo spazio vuoto. Piccoli micro-distanziatori cilindrici quasi invisibili, distribuiti attraverso questo spazio, impediscono alle due lastre di toccarsi sotto la forza della pressione esterna. L'intera unità ha uno spessore inferiore a 1 cm!“

(1)Un rivestimento di ossido metallico a bassa emissività, molto sottile e praticamente invisibile, applicato alla superficie del vetro che migliora le prestazioni di isolamento a basse temperature riflettendo il calore in uscita verso l'interno della stanza.

Cosa conferisce a FINEO migliori prestazioni di isolamento e cosa lo rende più luminoso ed ecologico?

„FINEO presenta molti vantaggi, a partire dalle sue prestazioni di isolamento termico e acustico, che sono eccellenti o persino migliori rispetto alla tripla vetrata. E per un'unità di date dimensioni, è solo da un quarto a un quinto dello spessore e solo due terzi del peso. Inoltre, essendo così sottile, offre una migliore trasmissione luminosa (80%), lasciando entrare il 15% in più di luce naturale rispetto alla tripla vetrata, perché meno vetro significa più luce. Più luce significa anche maggiore apporto gratuito di calore solare all'interno dell'edificio, che a sua volta significa meno necessità di riscaldamento. FINEO è inoltre completamente riciclabile, a differenza delle doppie/triple vetrate che includono distanziatori, colle e altri componenti.

Infine, è più attraente rispetto ai pochi altri prodotti della concorrenza, poiché non ha bisogno di un’apertura di evacuazione antiestetica per creare il vuoto.“

FINEO può essere utilizzato in diversi tipi di progetti, come le nuove costruzioni, le ristrutturazioni ed i restauri?

„Il vetro isolante sottovuoto può essere combinato con vetro a controllo solare, vetro di sicurezza, vetro acustico e altri tipi di vetro per fornire una perfetta soluzione multifunzionale per un dato progetto. Può essere utilizzato in nuove costruzioni (terziario e residenziale) e in progetti di ristrutturazione. I progetti di ristrutturazione rappresentano un importante mercato potenziale in Europa, poiché FINEO può essere facilmente installato nei telai esistenti – basta rimuovere i vetri semplici esistenti o i doppi vetri di prima generazione e sostituirli con FINEO, a condizione, naturalmente, che i telai siano ancora in buone condizioni.

Il vetro isolante sottovuoto è la soluzione ideale per preservare l'autenticità di facciate storiche che non sono state progettate per ospitare finestre moderne. In combinazione con diversi tipi di vetro da restauro, FINEO si armonizza perfettamente con l'estetica originale delle finestre installate tra gli anni 1880 e 1960.“

Che cosa rende FINEO un prodotto così innovativo?

„In un momento in cui si presta tanta attenzione al Green Deal europeo e alla neutralità del carbonio, FINEO consente di progettare una nuova generazione di finestre ad alte prestazioni e di ristrutturare quelle esistenti migliorandole con le tecnologie più efficienti e più verdi disponibili, e il tutto a un costo ragionevole. Questo importante progresso nella transizione energetica degli edifici è reso possibile da un prodotto che si è aggiudicato nel 2019 il premio belga “Energy and Environment Award” nella categoria Energia sostenibile.“

Evoluzione del vetro isolante nel tempo

Il coefficiente di isolamento termico del vetro (valore Ug) è espresso in W/(m2K), che rappresenta la perdita di calore per m2 di vetro per una data differenza di temperatura tra interno ed esterno. Minore è il valore, minore è la perdita di calore e migliori sono le prestazioni di isolamento.

Originariamente, il vetro semplice aveva tipicamente un coefficiente Ug di 5,8. Poi, alla fine degli anni '70, è arrivata la prima generazione di doppia vetrata tradizionale, che aveva un coefficiente Ug di 2,8. In altre parole, le sue prestazioni di isolamento erano due volte superiori a quelle del vetro semplice. Un paio di decenni più tardi, questa a sua volta ha lasciato il posto alla doppia vetrata super-isolante ad alte prestazioni con uno strato super-isolante all'interno del vetro, riportando il coefficiente Ug quasi a 1 – in altre parole, prestazioni di isolamento quasi sei volte superiori rispetto ai normali vetri semplici.

E tutto questo ci porta al vetro isolante sottovuoto odierno, un tipo rivoluzionario di doppia vetrata con uno straordinario coefficiente Ug di appena 0,7 – in altre parole, le stesse prestazioni della tripla vetrata ma con uno spessore da un quarto a un quinto in meno.